1a Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale

Milano, 11 novembre 2005 – L’Italia diventa la capitale mondiale della comunicazione per il settore no-profit. Si aprono infatti oggi, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, i lavori della Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale, primo evento promosso ed organizzato dalla neonata Fondazione Pubblicità Progresso.La Conferenza, evento unico nel suo genere, è un importante momento di dibattito e confronto sui grandi temi della comunicazione sociale primo fra tutti quello relativo alla qualità delle campagne. Infatti, se da un lato si assiste sul mercato ad un proliferare incessante di iniziative in tutte le aree della comunicazione, dall’altro la qualità di tali iniziative è molto spesso inadeguata rispetto agli obiettivi che intendono raggiungere.In alcuni casi, sebbene gli argomenti trattati siano estremamente delicati, capita che l’improvvisazione e la poca professionalità con le quali si opera diano vita a campagne incomprensibili, auroreferenziali, dilettantesche o caratterizzate da creatività iperbolica che ne vanifica l’efficacia. A ciò si devono aggiungere le talvolta insufficienti pianificazioni media che producono come unico risultato quello di limitare notevolmente i ritorni sugli investimenti effettuati.Allo scopo di promuovere il tema della qualità, nel corso della Conferenza della Comunicazione Sociale viene presentata una selezione ristretta e molto qualificata delle migliori campagne a livello internazionale cui farà seguito, nella stessa giornata, l’assegnazione del “premio dei premi”. Il premio verrà assegnato “in diretta” da creativi come Michael Conrad, Percival Caropreso, Ralf Langwost, Franco Moretti, Milka Pogliani, Maurizio Sala.La segnalazione delle campagne è avvenuta attraverso un network costituito da: International Advertising Festival - Cannes Lions, Art Directors Club of New York, Epica Awards - Parigi, International Cresta Awards - New York, The Mobius Awards - Los Angeles, The New York Festivals, Golden Drum Festival, Slovenia, Art Directors Club of Europe.Sempre durante la Conferenza, verrà dato ampio spazio ad una serie di case-history assai utili per comprendere cosa si intende per qualità eccellente nel campo della comunicazione sociale.Inoltre, la Fondazione Pubblicità Progresso presenta la Mostra “Bambini-soldato del Nord Uganda”, promossa in collaborazione con AVSI, ong italiana presente nel paese africano dal 1984 con progetti educativi e di emergenza umanitaria. Si tratta di un percorso che sarà possibile visitare dal 14 novembre al 1 dicembre 2005 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore in via Nirone, 15.

“Alla luce di quanto sta accadendo sul mercato - afferma Alberto Contri, Presidente della Fondazione Pubblicità Progresso – diviene sempre più fondamentale il ruolo di Pubblicità Progresso che inoltre, grazie alla sua recente trasformazione in Fondazione, avrà da oggi un assetto meno volontaristico e quindi ben più utile alla società. Per questo motivo, come prima iniziativa abbiamo sostenuto e promosso la Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale, un evento che trascende i nostri confini e che intende premiare l’eccellenza nel campo della comunicazione no-profit. L’obiettivo che ci proponiamo oggi, ma che intendiamo perseguire ogni anno, è ambizioso: premiare le migliori campagne al mondo, attraverso la collaborazione e le segnalazioni dei Festival internazionali più prestigiosi.”

La Fondazione Pubblicità Progresso si propone l’obiettivo di divenire un “Centro Permanente della Comunicazione Sociale”, per fornire materia di studio, analisi e consulenza a Università, Associazioni, Enti, Fondazioni, così da produrre campagne realmente efficaci e utili alla collettività. Altro importante obbiettivo è la realizzazione del primo archivio di tutta la comunicazione sociale internazionale di qualità dal 900 ad oggi. Tale archivio sarà poi a disposizione anche di una struttura di seminari permanenti da diffondere sul territorio, gestiti dai “giovani dalle tempie grigie”, vale a dire i guru della comunicazione che non si arrendono alla pensione e hanno voglia di insegnare ai più giovani.

La Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale si onora dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica ed il Patrocinio, fra gli altri, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali. Si tratta di un’iniziativa che si inserisce nell'ambito de “Le Giornate per la Cooperazione Italiana 2005”, che si svolgono dal 27 ottobre al 6 dicembre 2005 e promosse dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo sviluppo del Ministero per gli Affari Esteri.Si ringraziano la Fondazione Cariplo e gli altri sponsor Unilever, Cooperazione allo Sviluppo Ministero Affari Esteri e IPS per il prezioso supporto nella realizzazione dell’iniziativa. Si segnala, inoltre, il determinante contributo di Fastweb, Multimedia System, Moruzzi Communications Group, Netizen, Studio Marani, Green Movie Group e Aldo [guid]i di McCann Erickson.

Inizio: venerdì 11 novembre 2005 - 00:00
Fine: venerdì 17 febbraio 2017 - 15:52
2005_Conferenza