A favore della lettura

La campagna ha l'obiettivo di vincere la resistenza nei confronti della lettura da parte di chi la considera un dovere e non un piacere.

Argomenti trattato : Educazione e formazione

Credits

Agenzia di pubblicitàLivraghi, Ogilvy & Mather
Casa di ProduzioneTVM
EntePubblicità Progresso
Italia - 1985

La campagna ha l'obiettivo di vincere la resistenza nei confronti della lettura da parte di coloro che la considerano più come dovere che come piacere; più come compito riservato agli "intellettuali", che come arricchimento di conoscenze: leggere è un modo per migliorare la qualità della vita.La promessa enfatizza l'affermazione che leggere è un piacere perché fa sentire vivi, attivi, partecipi e protagonisti nelle scelte; perché presuppone un rapporto soggettivo e coinvolgente con libri e giornali.In TV il messaggio viene diffuso da note annunciatrici: Nicoletta Orsomando e Maria Giovanna Elmi per la RAI, Gabriella Golia e Cinzia Lenzi per Mediaset, tipiche espressioni del mondo televisivo, che testimoniano il piacere della lettura. Sulla stampa, una serie di annunci di solo testo perseguono i medesimi obiettivi, ma con un approccio incuriosente.