Le campagne di Pubblicità Progresso

Italia - 2017

Combattere i comportamenti scorretti. Con l'efficacia di un sorriso.

Italia - 2015

Seconda fase della campagna a favore della parità di genere, incentrata sul gender pay gap.

Italia - 2013

Prima fase della campagna a favore della parità di genere, incentrata sulle discriminazioni di genere.

Italia - 2012

Tutto sulla donazione degli organi, attraverso una campagna crossmediale.

Italia - 2008

La campagna 2008 della Fondazione Pubblicità Progresso richiama tutti alla consapevolezza dei rischi sul lavoro.

Italia - 2003

Io mi chiamo Ciccio, Cesarina, Giuseppe, Stefania, Alfonso, Franco...e allora? Se tu potessi sentirti come me, capiresti il bello della vita.

Italia - 2001

La mancanza di tempo, il continuo bombardamento di messaggi, la diffidenza e la paura nei confronti di chi è diverso ci spingono a non prestare ascolto agli altri, specialmente ai più deboli: : mai come ora la vita sociale ha sofferto dell'incapacità di ascoltare le ragioni e le esigenze dell'altro.

Italia - 1999

Campagna per l'alfabetizzazione informatica del Paese.

Italia - 1997

Il piacere di fare un buon gesto, passata alla storia per il suo claim: "Far bene ti fa bene".

Italia - 1996

Ogni gesto di civiltà contagia all'istante chi lo riceve, trasmettendogli il desiderio di essere a sua volta più rispettoso, più educato, più civile: è il "Contagio Vitale".

Italia - 1995

Attraverso una spinta all'automiglioramento delle proprie conoscenze, un allargamento dei propri interessi che possa nutrire la mente si può migliorare il proprio valore umano e professionale, la propria capacità di confronto con gli altri, la propria vita.

Italia - 1992

A oltre vent'anni dalla sua nascita, Pubblicità Progresso approfitta dell'approccio di massa per spiegare agli italiani quali siano gli obiettivi principali dell'istituto e quali siano le forze che ne fanno parte. Il risultato e' una "campagna istituzionale" basata sulla frase "L' anima del commercio ha un'anima".

Italia - 1992

La campagna esaspera, con toni ironici, ostacoli che, insormontabili per i non vedenti, sono facilmente eliminabili con maggiore educazione, buona volontà, senso civico.

Italia - 1991

La campagna vuole ricordare che basta un piccolo gesto per essere d'aiuto al prossimo ed ognuno può fare la sua parte, basta volerlo.

Italia - 1989

Per chiedere un'informazione migliore che migliori la vita.

Italia - 1988

Per far riflettere sul fatto che ogni forma di violenza acuisce i problemi invece di risolverli.

Italia - 1987

La campagna si rivolge ai giovani e agli imprenditori, sottolineando il contributo che i giovani possono portare alla crescita delle aziende.

Italia - 1987

Per favorire una più serena e civile convivenza con le persone sieropositive e sottolineare le precauzioni che è bene adottare per evitare il diffondersi della malattia.

Italia - 1985

La campagna ha l'obiettivo di vincere la resistenza nei confronti della lettura da parte di chi la considera un dovere e non un piacere.

Italia - 1984

Per sensibilizzare chi vive con i bambini a prestare maggior attenzione alla possibilità di incidenti e stimolare le capacità di auto-prevenzione dei bambini stessi .

Italia - 1983

Appello a prestare maggior attenzione ai problemi della terza età.

Italia - 1982

Come crescere bene tuo figlio.

Italia - 1981

Per portare all'attenzione i bisogni di affetto e di cure costanti dei bambini.

Italia - 1980

Per ricordare la funzione economica dei consumi e della pubblicità.

Italia - 1980

Per creare maggior consapevolezza tra i genitori sui grandi pericoli in cui un un bambino può incorrere, a causa di molti degli oggetti da cui è circondato.

Italia - 1978

Per sensibilizzare i cittadini a tutelare il patrimonio artistico e culturale italiano, unico al mondo per quantità e qualità, che sta andando in rovina.

Italia - 1977

Campagna a favore dell'inserimento scolastico e lavorativo delle persone diversamente abili.

Italia - 1977

Per richiamare l'attenzione delle autorità e dell'opinione pubblica sui problemi legati all'acqua, al suo spreco e al suo governo.

Italia - 1976

La campagna ha l'obiettivo di spingere gli italiani a preferire il proprio paese come luogo di vacanza e sottolinea l'importanza di salvaguardare il turismo internazionale che, in base agli introiti, rappresenta "la maggiore industria nazionale".

Italia - 1975

Le indicazioni che si traggono dalle ricerche portano a impostare la campagna non sul suggerimento al fumatore di non fumare, bensì sull'informazione offerta al non fumatore dei danni provocati dal fumo passivo.

Italia - 1975

Il tema è reso di grande attualità da un'indagine condotta in questo periodo, che rileva come più della metà dei Comuni italiani scarichi i rifiuti nei pressi dei centri abitati.

Italia - 1974

Il tema è scelto sotto la spinta dell'epidemia di colera sviluppatasi nel meridione d'Italia nell'estate-autunno 1973. L'obiettivo è di incoraggiare l'opera di prevenzione, da parte di cittadini e di istituzioni responsabili, di fronte alla dilagante incuria nell'attività di pulizia urbana.

Italia - 1974

Obiettivo della campagna è di salvaguardare il diritto di non essere danneggiati o infastiditi dal rumore e di sollecitare il rispetto di tutti.

Italia - 1973

In Italia il rispetto delle opinioni altrui non ha una posizione molto elevata nella gerarchia dei valori

Italia - 1971

Nel 1971, negli ospedali il mercato nero del sangue è fiorente: le donazioni sono poche e discontinue. La campagna ha l'obiettivo di far aumentare il numero delle prime donazioni, di trasformare in donatori abituali quelli occasionali, di sollecitare un miglioramento delle strutture di prelievo.