Spot & Social: le campagne in gara per i Diversity Media Awards

Pubblicazione: 27 aprile 2018 11:00
Argomento: Spot & Social
cocacola media awards
A cura di Francesca Bonfanti

Insieme all’annuale Media Diversity Report sono stati annunciati gli spot commerciali in gara per la premiazione del 23 maggio: tutti attenti all’inclusione delle diversità identità sessuali.

I termometri sociali sono sempre stati dei più variegati: chiacchere da bar, prime pagine dei giornali, programmi tv (il varietà ieri, la serialità oggi) e pubblicità si sono dati a turno il cambio per aiutarci a capire quali siano gli umori generali del mondo in cui viviamo. In questi ultimi anni un argomento di cui si sta iniziando a parlare con sempre più consapevolezza è la diversità, in tutte le sue declinazioni. 
Anche per il 2018 l’associazione Diversity, fondata e presieduta da Francesca Vecchioni, ha stilato in collaborazione con l’Osservatorio di Pavia e un pool di università italiane il Diversity Media Report, ricerca che prova a fare il punto su come si parla in televisione e nei telegiornali di tematiche LGBT. Presentato a Milano il 18 aprile 2018, alla presenza del sindaco Giuseppe Sala e dell’assessore Pierfrancesco Majorino, il report ha evidenziato alcuni interessanti tendenze.


• In ambito informazione si parla di persone, fatti e vicende legate al mondo LGBT soprattutto partendo da notizie di cronaca nera. L’attenzione dell’agenda mediatica giornalistica è quindi attratta in maggior misura da episodi di violenza e criminalità nei quali siano coinvolte persone LGBT. Episodi di omofobia e discriminazione, oppure casi tristemente noti di violenza come il duplice stupro avvenuto a Rimini nella tarda estate 2017.
• Subito dopo la cronaca nera, la seconda fonte più grande di notizie è la politica. Anche se, terminato l’iter di approvazione del DDL Cirinnà, la copertura sulla tematica si è ridotto sensibilmente.
• Trend positivi, invece, vengono dalla società civile, dall’intrattenimento e dalle good news. I coming out di personaggi famosi e della politica sono in aumento (Ana Brnabic premier lesbica della Serbia e il premier del Lussemburgo Xavier Bettel, per fare degli esempi), come anche i personaggi di fiction e film omosessuali.
E proprio per riconoscere le serie, i film e i personaggi dello spettacolo che più si sono distinti nel trattare la diversità, sono in programma i Diversity Media Awards, di cui sono state rese note le nomination. In gara anche la pubblicità, che non può che essere ricettiva e consapevole su un argomento del genere, restando al passo coi tempi. Ecco gli spot che si contendono il titolo di migliore adv per il 2018 (c’è tempo per votare fino alla cerimonia del 23 maggio).

POOL BOY, Cocacola

A MODO NOSTRO L’AMORE, Brosway

AMATI PER COME SEI, Coconuda

FUORI LUOGO, Idealista

#POWERTOKISSES, Vodafone